Il sacco da Boxe è uno strumento imprescindibile per chi desidera tenersi in allenamento acquisendo pratica nei movimenti che stanno alla base di moltissimi sport da combattimento.

Che tu sia un principiante o un esperto, che voglia intraprendere la strada delle arti marziali oppure semplicemente tenerti in allenamento, sarà bene scegliere il sacco da Boxe più adatto alle tue esigenze. Sul mercato esistono molte possibilità, al momento i migliori sacchi da Boxe in circolazione sono RDX Sacco da Boxe e LEONE 1947 Boxe, ma vediamo nel dettaglio tutte le caratteristiche dei vari modelli.



Imbottitura

L’imbottitura del sacco è uno degli aspetti più importanti dell’assemblaggio del tuo strumento per allenarti. Anzitutto partiamo da una base: il sacco deve rappresentare il tuo “avversario ideale” quindi dovrebbe pesare più o meno come te ed essere posizionato ad un’altezza sostenibile rispetto a te. Inoltre, sarà opportuno valutare un calo o un incremento di 10/20 kg in base al lavoro che andrai a fare, se di affondo o di tocco.

In ogni caso, dal punto di vista dell’imbottitura potrai scegliere fra diverse opzioni, come per esempio la sabbia o l’acqua. Supponendo che tu sia un maschio di altezza e corporatura media e normopeso, immaginando ad esempio 75 kg, l’imbottitura ideale è circa 60kg a cui si sommerà il peso del supporto. In commercio esiste anche la gommapiuma, fatta appositamente per il imbottiture per sacchi da Boxe.

Rivestimento

Il rivestimento è la fase ultima dell’allestimento del tuo sacco da Boxe, in considerazione del fatto che si tratta della parte più esterna del supporto. Il materiale con cui andrai a coprire il sacco sarà quindi quello che entrerà direttamente in contatto coi guantoni da boxe. Per questo motivo probabilmente vale la pena investire qualcosa in più per avere un prodotto di qualità.

In caso contrario, infatti, è probabile che si andrà incontro a lacerazioni prima del tempo e improvvise, frutto dei colpi ripetuti, col risultato di dover replicare l’investimento da capo. I materiali più diffusi per rivestire il sacco sono la tela, il similpelle e, ovviamente, la pelle (che è anche il materiale migliore e più resistente).

Dimensioni

Le dimensioni del sacco da Boxe determinano la tipologia di allenamento che andrai a effettuare. Se il tuo training prevede il miglioramento di tecniche legate esclusivamente alla boxe, sarà sufficiente un sacco da 100 cm, ideale proprio perché non prevede l’apporto di colpi sotto la cintura. Al contrario per altre discipline da combattimento è opportuno valutare un sacco più lungo, che permetta di portare calci oppure spazzate.

Per i principianti è possibile valutare anche un sacco più piccolo, che aiuti a inquadrare meglio la simulazione di avversario, aspetto che potrebbe tornare utile soprattutto nelle prime fasi di allenamento, quando la coordinazione e i movimenti non sono ancora aspetti pienamente assorbiti dal neofita.

Peso

Calibrare il peso del sacco da Boxe è fondamentale per determinare il tipo di allenamento che si vuole affrontare. In linea di principio un sacco può essere definito “leggero” oppure “pesante” in base all’obiettivo che si desidera raggiungere. Il sacco pesante è indicato per migliorare la potenza dei colpi, sfruttando la minore oscillazione del supporto che altrimenti impedirebbe un corretto allenamento, mentre quello leggero è utile a chi desidera migliorare la velocità e la precisione.

Quest’ultimo è quindi più adatto ai neofiti, poiché prima ancora dello sviluppo della potenza è per loro importante imparare a colpire in modo corretto e rapido, portando colpi leggeri ma precisi e senza il rischio di lesionare gli arti nell’azione.

Prezzi

I prezzi per i sacchi da Boxe variano molto in funzione del livello di partenza di chi lo acquista, delle necessità di allenamento e dei materiali utilizzati. Il consiglio è sempre quello di valutare i diversi prodotti nel loro insieme, perché alcuni sacchi dal costo più contenuto rischiano di non essere sufficienti per i propri bisogni, con la conseguenza di doverne sostenere altre in un secondo momento.

Viceversa, in alcuni casi, soprattutto se si è agli inizi, non è necessario sostenere investimenti troppo onerosi in supporti che non verrebbero sfruttati a dovere. In linea di principio un sacco Boxe può costare comunque anche meno di 100 euro oppure superare ampiamente i 200, in base a tipologia, marca e qualità dei materiali.

Quale sacco da Boxe scegliere?

Di seguito troverai un elenco dei migliori sacchi da Boxe in commercio, divisi per tipologia, caratteristiche tecniche, materiali utilizzati e anche livello di partenza dell’acquirente. Per molti di loro conoscerai anche pro e contro, al fine di arrivare a un’idea di massima il più possibile accurata e fare così la tua scelta in modo oculato.

Sacchi da boxe da soffitto e parete

Esistono diversi modelli di sacchi da Boxe da soffitto o parete, si tratta di tipologie che prevedono un ancoraggio a muro. Queste tipologie implicano che si abbia a disposizione una parete solida che non rischi di essere rovinata dai ganci di fissaggio, sia nel caso di soffitto che di parete laterale del proprio ambiente di allenamento.

RDX Sacco da Boxe

Il sacco da Boxe RDX è l’ideale per l’utenza di principianti o amatori di medio livello, consente di avere infatti un prodotto di grande qualità a prezzo piuttosto contenuto. Il riempimento dell’imbottitura è realizzato in pelle tagliuzzata, questo consente di avere un buon rapporto di solidità e flessibilità grazie alla consistenza adeguata una volta portato il colpo.

RDX Sacco da Boxe comprende sia l’attrezzatura per agganciare il supporto al soffitto che un comodo passate per l’ancoraggio a terra. Questa soluzione può essere particolarmente adatta alle prime fasi di allenamento, per tenere stabile e non eccessiva l’oscillazione del supporto una volta portati i colpi di varia potenza.

LEONE 1947 Boxe

Il sacco da Boxe Leone 1947 è il supporto perfetto per un allenamento classico, con predisposizione per aggancio in sospensione a soffitto. Il peso del supporto è di 30 kg, ideale quindi per un allenamento basato sulla velocità e sul miglioramento della precisione nell’apportare i colpi. Il sacco da boxe Leone 1947 viene venduto già pieno, pronto per essere agganciato.

Il supporto è realizzato completamente in Italia con materiali di prima qualità. Il riempimento dell’imbottitura è studiato per non generare traumi alle articolazioni nonostante sia consigliabile, considerato il peso del supporto, non caricare troppo i colpi ai fini di non determinare un’eccessiva oscillazione che inciderebbe negativamente sulla ripetizione e sulle combinazioni dei pugni.

RDX Sacco da Boxe Pieno Arti Marziali

Si tratta di un sacco estremamente resistente e realizzato con tecniche anti-scoppio, questo consente di incassare i colpi in modo adeguato, senza perdere la forma (grazie al riempimento in tessuto tagliuzzato) e un rivestimento esterno con più strati, in modo che sia resistente e allo stesso tempi si creino strappi che ne inficerebbero la resa estetica.

Questo sacco consente all’atleta di potersi allenare in sicurezza e massimizzando gli sforzi. Si tratta di un supporto ideale per vari livelli di allenamento, ed è dotato anche di una predisposizione al gancio basso per essere ancorato sia a soffitto che a terra e limitare quindi le oscillazioni. Il gancio in basso può essere rimosso con facilità per variare rapidamente la modalità di allenamento.

TecTake Sacco da Boxe Pieno 25kg

Il sacco da Boxe TecTake è il perfetto supporto per l’allenamento in questa disciplina. Misura 105 cm, lunghezza ideale per perfezionare i colpi evitando necessariamente quelli sotto la cintura. Il suo peso è di 25 kg ed è venduto pieno. Questo significa che la sua prerogativa è quella di essere utilizzato per migliorare la velocità e la precisione nei colpi senza caricare troppo la potenza.

Sacco ideale per neofiti, amatori e principianti, è realizzato con materiali di alta qualità. Inoltre, è dotato di una catena composta da 4 punti per l’ancoraggio a soffitto (la catena ha una sospensione di 35 cm) e rimane stabile senza eccessive oscillazioni. Il riempimento è realizzato in spugna, sabbia e poliestere.

Sacchi da boxe a pedana da terra (fit boxe)

Questa tipologia di modelli è maggiormente indicata per chi non ha la possibilità di fissare il sacco a una parete della casa, e preferisce un supporto che sia mobile, che quindi possa essere spostato in vari ambienti a seconda delle necessità. Di seguito tutti i dettagli per i modelli di sacco a pedana da terra più diffusi in commercio.

MAXSTRENGTH 1,7 m free standing Boxing sacco supporto

Il sacco da Boxe free-standing Masxstrenght è un supporto da pedana che non necessita alcun tipo di ancoraggio. La sua altezza è 165 cm, ideale quindi per allenamenti di atleti di diversi tipi di corporatura. La sua base è estremamente stabile e i materiali utilizzati sono di prima qualità

Punti di forza:

Molto leggero e maneggevole, può essere facilmente trasportato da un punto all’altro dell’ambiente in funzione delle necessità, inoltre è realizzato per rimanere stabile anche sotto grande sollecitazione.

Punti di debolezza:

Come tutti i sacchi che non vanno agganciati, la sua pedana ha un’ampiezza ingombrante rispetto ai classici supporti, oltre a generare maggiore rumore quando si apportano colpi rispetto a un sacco classico.

Gallant, sacco da boxe da terra 

Gallant è un sacco da boxe da terra estremamente stabile e versatile. Non necessita di alcun tipo di ancoraggio e non bisogna creare fori o montare supporti esterni per utilizzarlo. Il suo assemblaggio è semplice e rapido. Si tratta di un supporto adatto a varie discipline da combattimento e questo lo rende molto versatile.

Punti di forza:

La base è più stretta rispetto ad altri modelli della sua categoria, questo lo rende meno ingombrante e più facile da spostare in base alle esigenze, all’inizio o alla fine dell’allenamento.

Punti di debolezza:

Non è molto alto quindi potrebbe non essere indicato per atleti di stazza superiore, o che necessitano di un supporto più ampio per ottimizzare l’allenamento e la gamma di colpi da perfezionare.

Homcom Sacco da Boxe

Più che un sacco, quello della HomCom è un vero e proprio sistema di allenamento completo, dotato di vari supporti che consentono all’atleta di scegliere un training total body oppure preferire un allenamento focalizzato sui calci o sui pugni. Il sacco è installato su un supporto specifico che ne regola l’altezza e di conseguenza la modalità di utilizzo.

Punti di forza:

La possibilità di variare l’altezza lo rende molto utile per realizzare sessioni d’allenamento diversificate, e ottimizzare la propria tecnica in varie discipline oppure concentrandosi su specifiche zone del corpo.

Punti di debolezza:

Si tratta di un supporto piuttosto voluminoso, con lunghe gambe a terra necessarie per mantenerne la stabilità, questo lo rende meno adatto ad ambienti non particolarmente grandi.

Dripex Sacco da Boxe Borsa da Boxe Pesante con Base a Ventosa

Il sacco da Boxe Dripex è un supporto da allenamento di qualità completamente stand-alone, quindi collocabile in vari ambienti a seconda delle esigenze. Viene realizzato con tecniche multistrato che ammortizzano adeguatamente i colpi senza generare traumi alle mani o alle articolazioni in generale.

Punti di forza:

Perfetto per chi non vuole un supporto da agganciare, che implichi buchi nel muro o quant’altro. La resistenza è il pregio migliore di questo sacco, insieme al rivestimento di alta qualità che non si lesiona facilmente.

Punti di debolezza:

La base diventa meno stabile usando acqua, inoltre le ventose sono un sistema ottimo ma non perfetto come la gomma per evitare che il supporto si sposti durante i colpi.

Sacchi da boxe a pera

Se il sacco che andremo a scegliere non è destinato ad allenare anche i calci, il modello a pera può essere sufficiente per soddisfare le nostre esigenze. Il sacco a pera è il supporto di allenamento da boxe per eccellenza: è pratico, semplice da montare e consente di allenare adeguatamente la velocità e la capacità di ripetizione dei pugni senza intaccare la precisione.

GREEN HILL Peretta Veloce

Il sacco a pera Green Hill è il supporto perfetto per allenamento specifico da Boxe, finalizzato al miglioramento della tecnica dei colpi. È molto leggero, quindi adatto per ottimizzare velocità e precisione senza caricare troppo e senza concentrarsi sulla potenza. Misura 25 centimetri e si monta facilmente su una superficie piana.

Punti di forza:

Il pregio principale del sacco Green Hill è la sua leggerezza e i materiali di alta qualità. Il rivestimento esterno è realizzato in vera pelle bovina, mentre gli interni in camera d’aria non incidono sul peso e sull’integrità del supporto.

Punti di debolezza:

Non è molto pesante e questo lo rende meno stabile per allenamenti di atleti esperti, che portano necessariamente maggior forza nei colpi assieme alla velocità.

Calma Dragon PunchigBall

Calma Dragon è un pratico punchball da interni, completamente stand-alone e facilmente trasportabile. Si monta in un attimo e non richiede strumenti di assemblaggio. Si tratta di un supporto leggero e versatile poiché regolabile in altezza, adatto quindi a tutti i tipi di età e volendo anche alle diverse tipologie di allenamento.

Punti di forza:

La sua leggerezza è il suo punto di forza, insieme alla possibilità di adattarlo in funzione delle esigenze. I materiali, inoltre, sono di ottima fattura e non si lesiona facilmente nonostante i colpi.

Punti di debolezza:

Ha un’oscillazione molto ampia che lo rende meno adatto a un’utenza esperta, inoltre il supporto nel suo complesso appare più stabile se riempito con sabbia piuttosto che acqua.

ALTINOVO velocità Autoportante

Altinovo è uno dei sacchi da terra di tipo punchball più diffuso sul mercato. La sua struttura è estremamente resistente e la molla è in acciaio rinforzato, questo lo rende stabile e adatto anche a un pubblico di atleti più esperti. Ha un’ottima reattività quindi viene preferito per l’allenamento dei riflessi e per schivare i colpi in modo molto fedele alla realtà.

Punti di forza:

Il pregio principale del sacco Altinovo è la stabilità della struttura e l’utilizzo di materiali di qualità. Appare integro anche dopo numerose sollecitazioni di pugni e calci e non è eccessivamente rumoroso.

Punti di debolezza:

La pedana non è tra le più piccole in commercio, questo lo rende meno agevole nello spostamento e occupa più spazio rispetto alla media.

Set Pugilato per Ragazzi

Per gli atleti più giovani che si affacciano per la prima volta al mondo della boxe, potrebbe essere opportuno valutare un set di pugilato per ragazzi. Il supporto è realizzato per soddisfare le esigenze di un’utenza inesperta e giovane, con sacco adeguatamente imbottito in cotone, peso contenuto e tutti gli accessori necessari, dai guanti alla borsa da trasporto. Si tratta di una soluzione perfetta per iniziare ma che, come tutti i prodotti per i più giovani, non vanta la stessa resistenza di un prodotto professionale, inoltre si dovrà tenere conto che le misure sono tarate su un’utenza media e quindi potrebbero non essere supporti perfetti per ragazzi più alti.

Che cosa serve per allenarsi con il sacco da boxe?

Un allenamento adeguato, se acquisti un sacco da Boxe, non si limita al supporto in sé e per sé. Sarà importante acquistare anche alcuni accessori fondamentali per le tue sessioni, che miglioreranno le prestazioni e faranno si che il sacco resti integro e ben curato, quindi durevole nel tempo.

Fascette

Le fascette e i bendaggi in generale sono fondamentali per il corretto allenamento da sacco. Le fasce consentono infatti di proteggere il polso e le articolazioni, attutendo l’urto dei colpi portati ed evitando traumi a muscoli e legamenti. Ne esistono diversi tipi e in vari materiali. Le migliori sono quelle semi-elastiche, flessibili ma rigide allo stesso tempo.

Guanti da sacco

Il guanto da sacco è l’elemento principe del tuo allenamento. Ideato per proteggere le mani e permettere di consolidare la tecnica dei colpi, il guanto da sacco, se di buona qualità, è praticamente indistruttibile. La sua forma piatta e dura sulla parte frontale permette di portare molti colpi senza inficiarne l’integrità, mantenendo comunque la mano libera seppur protetta.

Guanti da sparring

A differenza dei guanti da sacco, quelli da sparring sono la cosa più vicina ai guantoni da combattimento. Seppur somiglianti però, rispetto a questi ultimi hanno delle sostanziali differenze, come per esempio l’imbottitura, qui molto più pronunciata e in grado di attutire i colpi in caso di allenamento con avversario, quando si predilige la tecnica al danno.

Scarpette da Boxe

Le scarpette sono fondamentali nella Boxe, se non hai ancora letto il nostro articolo te lo riproponiamo qui sulle migliori scarpe per la Boxe. Quindi riassumendo un supporto per la caviglia unito ad una buona suola per aumentare il grip sono fattori importanti per rendere più agili i movimenti davanti al saccone.

Corda per saltare

La corda è il completamento ideale per gli allenamenti con sacco da Boxe. Oltre a svolgere una perfetta azione cardio, che migliora la forma e il fiato, aiuta a perfezionare la coordinazione e la velocità dei movimenti, aspetti che risulteranno fondamentali nelle fasi più avanzate di esperienza in questo sport.

Supporto a parete

Il supporto a parete è fondamentale per agganciare il sacco a muri laterali della casa, del garage o dell’ambiente dove abbiamo deciso di installare il sacco. Se acquisti un supporto a parete fai bene attenzione a controllare le misure, in modo che il sacco sia sufficientemente distanziato dalla parete stessa e non rischi di rovinarsi con continui urti e frizioni.

Gancio da soffitto

Il gancio da soffitto è l’elemento principale del sacco da Boxe classico, quello cioè appeso dall’alto. Esistono diversi aspetti di cui tenere conto quando acquisti il gancio da soffitto: anzitutto assicurati che il muro dove attaccherai il sacco sia solido e in buone condizioni, dopodiché valuta solo supporti di qualità che non rischiano di cedere dopo poco tempo, infine pensa sempre al peso del sacco e alle sollecitazioni che subirà, in modo da acquistare il gancio giusto per le tue esigenze.

FAQs

Come si riempie il sacco da boxe?

Un sacco da boxe può essere riempito con acqua, in caso di supporto da terra o pedana, oppure sabbia, la quale ora è però in disuso. Ad oggi si predilige la gommapiuma, più versatile e performante.

Come appendere il sacco da boxe al soffitto?

Per appendere il sacco da boxe al soffitto è indispensabile dotarsi di un buon supporto da soffitto, delle particolari staffe che andranno installate su un muro solido e integro, con un modello di gancio tarato sul peso del sacco.

Ma a quale altezza deve essere posizionato il sacco pugile? 

L’altezza del sacco è variabile in base a quella di chi lo utilizza, in linea di principio comunque deve essere circa 225 cm da terra.

Quanto deve pesare un sacco da boxe per rimanere stabile?

Dipende dal lavoro di allenamento che si intende fare. Sacchi più pesanti servono ai professionisti per migliorare la potenza, sacchi più leggeri invece sono indicati per i neofiti che devono imparare la tecnica. L’oscillazione media è fra i 40 e gli 80 kg.

Meglio un sacco da boxe da terra o appeso?

Il sacco da boxe appeso è il formato classico, ma dipende dalle esigenze e dall’ambiente in cui sarà collocato. Il sacco da terra ha il vantaggio di essere trasportabile ma è esteticamente meno attraente di quello appeso.

Quali sono i migliori brand per i sacchi da Boxe?

Ce ne sono diversi, tutti selezionabili in base alle proprie esigenze, al budget da investire e al livello di partenza di chi lo utilizza. In linea di massima RDX e Leone sono i marchi con maggior rapporto qualità prezzo.

Come allenarsi con il sacco da boxe a casa?

Il sacco va considerato come un avversario e come tale va rispettato. Rimani sempre in movimento, schiva i colpi, portane almeno 50 al minuto con velocità variabile e non buttare mai colpi.

Come scegliere la taglia dei guantoni da boxe?

La taglia dei guantoni da boxe è un fattore personale dettato dalle dimensioni delle mani e dalle esigenze. Quelli da combattimento sono taglia unica, va quindi saggiata l’imbottitura, mentre quelli da sacco sono generalmente S, M e L.

Come si tira di boxe?

Bisogna imparare la tecnica di base, con movimenti precisi prima ancora che potenti. I 4 colpi fondamentali sono il Jab (con mano debole), il diretto (con mano dominante), il gancio (curvo, al corpo o alla testa) e il montante (dal basso verso l’alto).

Come muovere i piedi nella boxe?

Mantenere piede opposto alla mano dominante davanti al corpo, con tallone allineato all’alluce dell’altro piede. Tenere una posizione stabile e comoda per non sbilanciarsi nei colpi, restare sempre in movimento e saltellare sulle punte.